Ud'ALike

Servizio Ud’A di Counseling Psicologico

Il Servizio Ud’A di Counseling Psicologico, offerto gratuitamente a tutti gli studenti e i dipendenti del nostro Ateneo, offre supporto e assistenza per problemi personali e di carriera universitaria. Il Servizio garantisce un luogo di ascolto e di accoglienza per diverse forme di malessere che si associano a basso rendimento accademico, metodo di studio inadeguato, dubbi sul percorso universitario intrapreso, difficoltà comportamentali, interpersonali e nella regolazione emotiva.

Per richiedere il Servizio di consulenza psicologica è necessario inviare all’indirizzo di posta elettronica disponibile sul sito web, un modulo  compilato in ogni sua parte, sottoscritto e munito di copia di valido documento di riconoscimento.

Il Servizio di consulenza provvederà a programmare il primo colloquio di accoglienza e a contattare lo studente per indicare modalità, giorno e luogo dell’incontro.

Concorso gastronomico “Studente ai fornelli”

A conclusione del corso biennale di Urbanistica, si è svolto un party di fine anno e ogni studente ha preparato un piatto regionale a scelta, partecipando ad un concorso con una vera e propria giuria presieduta dallo chef 𝗠𝗮𝗿𝗶𝗮 𝗖𝗵𝗶𝗮𝗿𝗮 𝗚𝘂𝗮𝘀𝘁𝗮𝗱𝗶𝘀𝗲𝗴𝗻𝗶.

“La didattica non è solamente dare un voto espresso in trentesimi, un CFU. […], L’università è questa: cioè creare delle comunità consapevoli di individui, donne, uomini che imparino, studino, ma soprattutto capiscano che sono collocate all’interno di una società che ha necessità di interagire” – 𝗣𝗿𝗼𝗳. 𝗣𝗮𝗼𝗹𝗼 𝗙𝘂𝘀𝗲𝗿𝗼 – Urbanistica.

Liborio Stuppia nuovo Rettore del nostro Ateneo

𝗔𝘃𝘃𝗶𝗰𝗲𝗻𝗱𝗮𝗺𝗲𝗻𝘁𝗼 𝘁𝗿𝗮 𝗶𝗹 𝗥𝗲𝘁𝘁𝗼𝗿𝗲 𝗦𝗲𝗿𝗴𝗶𝗼 𝗖𝗮𝗽𝘂𝘁𝗶 𝗲𝗱 𝗶𝗹 𝗻𝘂𝗼𝘃𝗼 𝗥𝗲𝘁𝘁𝗼𝗿𝗲 𝗟𝗶𝗯𝗼𝗿𝗶𝗼 𝗦𝘁𝘂𝗽𝗽𝗶𝗮

6 ɢɪᴜɢɴᴏ 2023, ᴏʀᴇ 12.00 – Aᴜᴅɪᴛᴏʀɪᴜᴍ ᴅᴇʟ Rᴇᴛᴛᴏʀᴀᴛᴏ, Cᴀᴍᴘᴜs Cʜɪᴇᴛɪ

L’iniziativa, coordinata dal Direttore Generale dell’Ateneo, dottor 𝗚𝗶𝗼𝘃𝗮𝗻𝗻𝗶 𝗖𝘂𝗰𝘂𝗹𝗹𝗼, in accordo con i due Rettori, vedrà riuniti Senato Accademico, Consiglio di Amministrazione, componenti degli Organi di controllo, i Presidenti delle Scuole e i Direttori dei Dipartimenti, i Presidenti del Corsi di Laurea, i rappresentanti dei vari organismi interni, gli studenti, i docenti, il personale- tecnico amministrativo ed i collaboratori dell’Università d’Annunzio.

“E’ la prima volta – sottolinea il Direttore Generale dell’Ateneo, Giovanni Cucullo – che una simile cerimonia si svolge qui alla d’Annunzio. Si tratta di una cerimonia semplice, informale ma significativa, che ho l’onore e la gioia di condividere, è stata possibile soprattutto grazie alla reciproca stima e la vicinanza che segnano i rapporti tra due grandi figure di spessore del nostro Ateneo quali sono il professor Caputi ed il professor Stuppia”.

Per poter consentire a tutti di seguire l’evento, è stato allestito anche il collegamento in diretta nell’Aula multimediale del Rettorato.

Cerimonia di passaggio delle consegne della carica di Rettore

Tutta la comunità accademica si è riunita, ieri, 6 giugno, in Auditorium per celebrare il passaggio delle consegne della carica di Rettore al Prof. Liborio Stuppia.

Il Prof. Sergio Caputi, Rettore uscente, ed il Direttore Generale, dott. Giovanni Cucullo, coordinatore dell’iniziativa, hanno espresso i loro auguri al nuovo Rettore. Il coro di Ateneo, che ha accompagnato lo svolgersi della cerimonia, ha contribuito a renderla ancora più emozionante.

La celebrazione si è conclusa con un brindisi affollato e festoso, simbolo dell’entusiasmo e dell’impegno della nostra comunità accademica nel futuro dell’Ateneo.

FlowForLife Lab

Lo spin-off FlowForLife Lab è stato costituito agli inizi del 2022 presso l’Università degli Studi “G. d’ Annunzio” di Chieti-Pescara e si avvale di tecnologie avanzate e consolidata esperienza scientifica messe al servizio della salute umana.

FlowForLife Lab si è aggiudicato il premio come miglior spin-off abruzzese nell’ambito della competizione “StartCup Abruzzo 2021” e il primo premio della sezione Food nell’ambito del programma europeo “EIT Jumpstarter 2021”.

Per maggiori informazioni https://www.flowforlifelab.it

“Il terribile ’43 – La ritirata di Russia” – 1° puntata

Nel 1941 l’Italia partecipò all’operazione “Barbarossa”, nome in codice della guerra contro l’Urss voluta dalla Germania, con un contingente iniziale di 62.000 militari, il Corpo di spedizione italiano in Russia.
L’anno successivo, su richiesta di Hitler, l’Italia dovette aumentare l’impegno sul fronte orientale: a luglio del 1942 partiva l’Armir (Armata italiana in Russia) con una forza totale di 229.000 uomini. Dopo la prima battaglia del Don, che si svolse nell’estate del 1942, le truppe dell’Asse furono sbaragliate dall’Armata Rossa sul fronte del Don e di Stalingrado (oggi Volgograd) con un’offensiva sferrata a novembre del ‘42.
Per le truppe italiane tra dicembre 1942 e gennaio 1943 iniziava la terribile ritirata verso occidente, in pieno inverno, senza mezzi e vestiario adeguati. Oltre 70 mila militari dell’Armir furono catturati dai sovietici. A migliaia morirono nel freddo per fame, ferite e congelamenti.

Prof. Maria Teresa Giusti, docente di Storia Contemporanea e Storia Sociale del Dipartimento di Economia Aziendale.

Consegnata al Rettore Caputi la “Feluca d’oro”, vinta dal Coro dell’Ateneo a Urbino.

La Prof.ssa Elisabetta Dimauro, presidente del Coro “Ud’A Incanto”, ha consegnato ufficialmente la Feluca d’oro nelle mani del Magnifico Rettore, Sergio Caputi.
La breve e gioiosa cerimonia ha avuto luogo presso l’Auditorium del Rettorato alla presenza del Rettore eletto, Prof. Liborio Stuppia, del prorettore vicario, Prof.ssa Augusta Consorti, del Direttore Generale, Dott. Arch. Giovanni Cucullo, dell’intero Senato Accademico e di una folta rappresentanza del Coro di Ateneo completata dai suoi dirigenti e dal maestro Cristian Starinieri.

La Feluca d’oro è il premio ricevuto per la vittoria del Coro “Ud’A Incanto” alla prestigiosa rassegna dei cori universitari, svoltasi a Urbino. Il trofeo resterà presso l’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” per un anno, fino alla prossima edizione della rassegna, quando verrà nuovamente assegnato al miglior coro universitario.

Ud’A LAB | Centro Studi per l’Età Evolutiva

Il 𝗖𝗲𝗻𝘁𝗿𝗼 𝗦𝘁𝘂𝗱𝗶 𝗽𝗲𝗿 𝗹’𝗘𝘁𝗮̀ 𝗘𝘃𝗼𝗹𝘂𝘁𝗶𝘃𝗮 è un nuovo Spin Off dell’Università Gabriele d’Annunzio di Chieti – Pescara, 𝗱𝗶𝗿𝗲𝘁𝘁𝗼 𝗱𝗮𝗹 𝗽𝗿𝗼𝗳. 𝗠𝗶𝗿𝗰𝗼 𝗙𝗮𝘀𝗼𝗹𝗼, specializzato nella diagnosi e trattamento di Disturbi dello Spettro Autistico, Disturbi Specifici dell’Apprendimento, Ritardi del Linguaggio e disturbi della sfera emotiva e comportamentale.
Nasce con l’obiettivo di sviluppare metodi di valutazione e intervento innovativi, rivolgendosi al bambino/adolescente e alla sua famiglia, prendendo in considerazione non solo gli aspetti problematici, ma interessandosi allo sviluppo nella sua complessità. Il Centro collabora con gli Enti Sanitari e Scolastici del territorio.

𝗖𝗲𝗻𝘁𝗿𝗼 𝗦𝘁𝘂𝗱𝗶 𝗽𝗲𝗿 𝗹’𝗘𝘁𝗮̀ 𝗘𝘃𝗼𝗹𝘂𝘁𝗶𝘃𝗮 – 𝗨𝗻𝗶𝘃𝗲𝗿𝘀𝗶𝘁𝗮̀ 𝗱𝗲𝗴𝗹𝗶 𝗦𝘁𝘂𝗱𝗶 “𝗚. 𝗱’𝗔𝗻𝗻𝘂𝗻𝘇𝗶𝗼” 𝗖𝗵𝗶𝗲𝘁𝗶-𝗣𝗲𝘀𝗰𝗮𝗿𝗮
🌍 Via dei Vestini, 152 – 66100 – Chieti
📞 350.09 29 809
✉️ 𝗶𝗻𝗳𝗼@𝗰𝗲𝗻𝘁𝗿𝗼𝘀𝘁𝘂𝗱𝗶𝘂𝗱𝗮𝗹𝗮𝗯.𝗶𝘁
https://www.centrostudiudalab.it/

Paola Puoti con gli studenti universitari per il potenziamento del supporto psicologico

“Ho visto tanti ragazzi che hanno avuto problemi, soprattutto durante gli esami, di blocchi di ansia, insicurezza e capire se fossero impreparati o fossero a disagio per il docente è difficile, ma è necessario” – la Prof.ssa Paola Puoti – Dipartimento di Scienze Giuridiche e Sociali – interviene a proposito della manifestazione pacifica degli studenti dell’Ateneo d’Annunzio che hanno espresso la necessità di un maggior supporto e attenzione da parte delle istituzioni riguardo ai problemi psicologici in modo da prevenire gesti estremi dettati dallo stress e dalla pressione.

“Chiedimi come sto” è una frase scritta, tra le tante, sugli striscioni, per portare l’attenzione sulla necessità di potenziare i servizi per il benessere psicologico e per aprire la strada ad una nuova visione di Università più attenta e vicina.

Dopo il Covid. Giovani, Scuola, Lavoro.

La Tavola rotonda “𝗗𝗼𝗽𝗼 𝗶𝗹 𝗖𝗢𝗩𝗜𝗗. 𝗚𝗶𝗼𝘃𝗮𝗻𝗶 𝘀𝗰𝘂𝗼𝗹𝗮 𝗲 𝗱𝗶𝗱𝗮𝘁𝘁𝗶𝗰𝗮” che si è tenuta presso ll’Auditorium del Rettorato il 13 aprile 2023, è stata un momento di riflessione con i rappresentanti della consulta degli studenti e con i giovani universitari sui problemi che sono emersi o che sono stati amplificati dal COVID “𝘱𝘳𝘰𝘣𝘭𝘦𝘮𝘪 𝘤𝘩𝘦 𝘭𝘢𝘴𝘤𝘪𝘢𝘯𝘰 𝘥𝘦𝘪 𝘴𝘦𝘨𝘯𝘪 𝘯𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘲𝘶𝘰𝘵𝘪𝘥𝘪𝘢𝘯𝘪𝘵𝘢̀ 𝘥𝘦𝘪 𝘯𝘰𝘴𝘵𝘳𝘪 𝘳𝘢𝘨𝘢𝘻𝘻𝘪 𝘦 𝘤𝘩𝘦 𝘴𝘰𝘱𝘳𝘢𝘵𝘵𝘶𝘵𝘵𝘰 𝘴𝘪 𝘵𝘳𝘢𝘥𝘶𝘤𝘰𝘯𝘰 𝘪𝘯 𝘥𝘪𝘴𝘢𝘨𝘪 𝘴𝘦𝘮𝘱𝘳𝘦 𝘱𝘪𝘶̀ 𝘦𝘷𝘪𝘥𝘦𝘯𝘵𝘪 𝘴𝘦𝘮𝘱𝘳𝘦 𝘱𝘪𝘶̀ 𝘮𝘢𝘯𝘪𝘧𝘦𝘴𝘵𝘪 𝘢 𝘤𝘶𝘪 𝘭𝘦 𝘪𝘴𝘵𝘪𝘵𝘶𝘻𝘪𝘰𝘯𝘪 𝘦𝘥𝘶𝘤𝘢𝘵𝘪𝘷𝘦 𝘥𝘦𝘷𝘰𝘯𝘰 𝘪𝘯 𝘰𝘨𝘯𝘪 𝘤𝘢𝘴𝘰 𝘥𝘢𝘳𝘦 𝘶𝘯𝘢 𝘳𝘪𝘴𝘱𝘰𝘴𝘵𝘢”. L’intervento della Prof.ssa 𝗘𝗹𝘀𝗮 𝗠𝗮𝗿𝗶𝗮 𝗕𝗿𝘂𝗻𝗶 – Didattica e Pedagogia Speciale, DiSFiPeQ – è nel video. Notizia sul sito web di Ateneo: https://www.unich.it/news/dopo-il-covid-giovani-scuola-didattica